Coaching sportivo - Marco Fraticelli Psicologo

Vai ai contenuti

Coaching sportivo

Attività
PROGETTO KENDO NELLA  SCUOLA PRIMARIA

Il Kendo è un'arte marziale Giapponese per la precisione è la Scherma Giapponese.
 
Si pratica con l'ausilio di un'armatura protettiva composta da un elmo in cotone e titanio, guanti di cotone spesso ed imbottito, paratorace in bambù o resina, e piccolo paracosce in cotone spesso.
 
 
           
 
 
 
La pericolosità è del tutto nulla e gli incidenti di pratica sono assenti. Non c'è mai contatto diretto della spada, fatta anch'essa di bambù e pelle di daino, con parti del corpo scoperte dall'armatura.
L'Italia è all'avanguardia mondiale per questo tipo di arte e pratica. Nel 2015 si sono disputati i campionati mondiali di Kendo ad Alessandria, nella kermesse l'Italia si è piazzata 4a dopo Giappone Korea e Francia da sempre avanti a tutti gli altri paesi Europei.
I campionati del mondo 2015 sono terminati con l'Italia sempre al 4° posto a squadre e con ben due premi speciali "Fighting Spirit" nell'individuale Maschile e "Fighting Spirit" nell'individuale Femminile.
Abbiamo la fortuna di avere a Torino una grande scuola di Kendo, grazie alla presenza del M° Walter Pomero 7° Dan di Kendo e pluricampione Italiano consecutivo e campione Europeo, da 15 anni nella Nazionale Italiana, (spesso Capitano), e della stessa Direttore Tecnico. Sono suo allievo, dall'anno 1999.

Il Kendo viene insegnato a scuola in Giappone fin dalle elementari perché considerato altamente formativo ed educativo per la sua Etichetta, Etica e Disciplina.
Importante per lo scarico dell'aggressività e per la co-ordinazione dei movimenti, per la formazione del carattere, della resistenza, e lo sviluppo della Resilienza personale, per lo spirito di sacrificio, la lealtà, lo spirito di squadra, che sono importanti caratteristiche nella formazione un bambino/a – ragazzo/a.


OBIETTIVI DIDATTICI E MORALI

Il progetto si articola sul normale anno accademico scolastico, Settembre-Luglio; per la frequenza di una volta alla settimana per la durata di un'ora, un'ora e mezza.
Nella normale attività sono comprese: la ginnastica di base per lo sviluppo e rafforzamento muscolare, lo streaching o allungamento tendineo, tecniche per la corretta gestione ed uso della spada, tecniche di attacco e di difesa dagli attacchi, tecniche libere e combattimento. L’eventuale preparazione per le gare, anche se fanno parte integrante della normale pratica, sono solo per chi lo desidera. Sono un’attività, quindi, per niente obbligatoria, ma soltanto a richiesta degli interessati.


La valenza dell’Etica di questa antica Arte, la forte spinta al rispetto dell’altro, anche, ed in quanto nostro avversario ma compagno ed amico nella vita, integrata nel Dojo, (palestra di pratica), che per il popolo Giapponese è molto di più che il semplice luogo dove si fa ginnastica, viene considerata e sottolineata dalla pratica stessa di questa Arte Marziale Giapponese.
La grande componente di “Etichetta”, sia morale che fisica, insieme alla “Disciplina” danno all’arte del Kendo, una veste di importante valenza educativa, e rinforza quindi, anche nellla Scuola, una chiara indicazione in ciò che concerne l’educazione, il rispetto reciproco, la solidarietà, la lealtà.
Questi valori, che da sempre contraddistinguono i valori insegnati nella Scuola Italiana, vengono qui ripresi e sottolineati attraverso un messaggio sportivo ed educativo, anche non verbale ma fattivo nella pratica costante dell’Arte, che fa da rinforzo alla vita scolastica ed a i nostri più radicati valori educativi.
Privacy Policy
P. IVA 11006100017
Torna ai contenuti